Seconda guerra mondiale, fronte russo.

Sei giovani alpini in un deserto di neve.

Un viaggio tra sogno e realtà a 40° sotto zero.

La Seconda Via, il primo film sugli Alpini nella Ritirata di Russia

A fronte di tanta letteratura, non esiste ancora un film che parli degli Alpini nella Ritirata di Russia del 1943. La produzione Angelika Vision, l’Associazione Nazionale Alpini (ANA) e l’Associazione La Seconda Via hanno un desiderio comune: realizzare La Seconda Via. L’opera sarà distribuita nelle sale cinematografiche e raggiungerà anche le scuole italiane facendosi oggetto di studio e approfondimento.

Estratto delle riprese estive del film.

didascalia

Perché un film?

Un film per la memoria storica

In un’epoca dominata da media visivi (cinema, tv, internet) non possedere un’immagine è come cancellare un ricordo. E’ sempre più frequente, infatti, incontrare ragazzi che non conoscono nulla della Ritirata di Russia ma che, al contrario, hanno nozione di altri conflitti che esulano dalla storia del proprio popolo: ad esempio molti giovani conoscono la guerra del Vietnam non per averla studiata ma per aver visto film come Il Cacciatore (1978), Apocalypse Now (1979), Platoon (1986), Hamburger Hill (1987) o Full Metal Jacket (1987). Da qui l’urgenza narrativa di questo lungometraggio che nascendo da ragioni intime (legate alla sofferenza di chi ha compiuto questo surreale cammino) si può definire, più che un semplice film di guerra, un film di uomini nella guerra.

Guarda l’intervento del Direttore de “L’Alpino”, Monsignor Bruno Fasani: ..

Fundraising

Prima fase: raccolta popolare di fondi

Ringraziamo di cuore i numerosi sostenitori che ci hanno accompagnato durante otto mesi di raccolta popolare di fondi.

Il 26 gennaio 2016 si è conclusa la raccolta popolare di fondi per realizzare La Seconda Via.

Le donazioni ci hanno permesso di essere tra i primi progetti cinematografici italiani a raccogliere la cifra di oltre 30.000 euro utilizzando solo le nostre piattaforme on line e solo sul territorio italiano. Inoltre, attraverso i nostri canali social e web, abbiamo raggiunto un milione di contatti, con picchi di circa trentamila visualizzazioni su singole pubblicazioni. Oltre a ciò segnaliamo che la campagna ha portato a una grande sensibilizzazione nei confronti del progetto, originando diversi articoli online e cartacei su importanti  testate locali e nazionali come L’Arena, Avvenire, Famiglia Cristiana, l’Espresso e la Repubblica.

La Seconda Via ha presentato un lungo cammino di sforzi sempre compiuti nel desiderio di fare cultura e preservare la memoria storica. Negli ultimi anni Angelika Vision ha investito 200.000 euro per lo sviluppo del progetto e ha sempre agito produttivamente con la ferma intenzione di reperire un pacchetto adeguato a realizzare un prodotto cinematografico di alta qualità.  Nel corso della lunga campagna, siamo incappati anche in speranze disattese (per problematiche che erano al di fuori della nostra professionalità) ma non ci siamo mai persi d’animo. Così, ponendo sempre estrema attenzione alla qualità del prodotto finale, abbiamo modificato l’approccio produttivo,  finalizzando accordi di collaborazione e coproduzione con società operanti nel settore cinematografico internazionale.   In virtù di quanto scritto e considerati i soldi raccolti con la campagna popolare, la somma che ancora manca per completare il budget del film è di 274.000,00 euro.

Seconda fase: Investimenti & Tax Credit

Per dare seguito alle richieste ricevute da parte di associazioni e sezioni di associazioni, fondazioni, industriali e aziende di concorrere alla produzione del  film La Seconda Via,  si potrà sottoscrivere con la società di produzione Angelika Vision S.r.l. un contratto di “Associazione in partecipazione”,  Tax Credit Esterno, product placement e sponsorizzazione.

Dopo l’effettivo recupero dei costi di produzione e distribuzione (a oggi pari a € 1.250.000,00), si avrà la possibilità di prendere parte, in proporzione all’importo del contributo, agli utili successivi dati dallo sfruttamento del film nelle sale, home video pay tv e free tv. In caso di non realizzazione del film, Angelika Vision S.r.l. restituirà i contributi trattenendo il 10% per le spese sostenute per l’attività di promozione della raccolta.

Fatti salvi eventuali accordi pregressi già concordati con  i nostri sostenitori.

A contratti avvenuti, sul sito web, sulla pagina facebook e sugli altri social legati all’iniziativa, saranno segnalati i nomi delle associazioni, sezioni di associazioni, fondazioni, industriali e aziende che collaboreranno alla realizzazione del film con i relativi contributi.

Per saperne di più, scrivici all’indirizzo lasecondavia@gmail.com